Estetica

By G. W. F. Hegel

Dell' Estetica stessa resterebbe inspiegabile los angeles complessità di impostazione e di struttura e l. a. ricchezza straordinaria, ma rigorosamente articolata, delle sue annotazioni storico-culturali, letterarie, di tecnica artistica architettonica, scultorea e pittorica, insomma l. a. stupefacente mole di contenuto padroneggiata da Hegel, ove non si tenesse conto di due fondamentali elementi che hanno concorso alla sua genesi: il profondo interesse e le larghissime conoscenze circa le questioni dell'arte dimostrate e acquisite da Hegel durante tutto l' arco della sua attività, e il rigoroso criterio unitario, organico-strutturale e sistematico di cui Hegel dà prova anche qui, are available in ognuno dei campi del sapere da lui indagati. (Dalla prefazione di Nicolao Merker, 1967). L' Estetica è animata da una doppia tensione. in line with un verso, come nella Fenomenologia , l'arte opera il passaggio dalla religione naturale alla religione rivelata attraverso un movimento oltrepassante - oltrepassante l'arte. In quanto manifestazione sensibile dell'idea, l'arte vive della sua morte, ossia del suo essere consegnata al passato dello spirito, a ciò che lo spirito diviene alienandosi, a ciò che lo spirito propriamente non è: sensibilità, fisicità, materialità ma soprattutto senso, nel doppio valore del termine. [...]. in line with l'altro verso, invece, a differenza di quanto accadeva nella Fenomenologia , nell' Estetica l'arte converte il movimento verso l'infinito nel movimento verso il finito. L'irradiazione della verità, il cui carattere, ripetiamolo, è religioso, trova nell'arte il suo fuoco. (Dall'introduzione di Sergio Givone, 1997).

Show description

Preview of Estetica PDF

Similar Aesthetics books

Philosophies of Art and Beauty: Selected Readings in Aesthetics from Plato to Heidegger

This anthology is striking not just for the choices themselves, between which the Schelling and the Heidegger essays have been translated specially for this quantity, but additionally for the editors' basic advent and the introductory essays for every choice, which make this quantity a useful reduction to the research of the strong, recurrent principles pertaining to paintings, good looks, serious technique, and the character of illustration.

The Picture in Question: Mark Tansey and the Ends of Representation

A wealthy exploration of the chances of illustration after Modernism, Mark Taylor's new examine charts the common sense and continuity of Mark Tansey's portray by way of contemplating the philosophical rules at the back of Tansey's paintings. Taylor examines how Tansey makes use of structuralist and poststructuralist proposal in addition to disaster, chaos, and complexity idea to create work that please the attention whereas upsetting the brain.

Iranian Cinema and Philosophy: Shooting Truth (Literatures and Cultures of the Islamic World)

In movie experiences, Iranian motion pictures are stored at a distance, as 'other,' varied, and unique. In reponse, this booklet takes those movies as philosophically suitable and leading edge. every one bankruptcy of this book is dedicated to reading a unmarried movie, and every bankruptcy makes a speciality of one thinker and one specific aesthetic query.

Afterness: Figures of Following in Modern Thought and Aesthetics (Columbia Themes in Philosophy, Social Criticism, and the Arts)

Gerhard Richter's groundbreaking learn argues that the idea that of "afterness" is a key determine within the inspiration and aesthetics of modernity. It pursues questions similar to: What does it suggest for whatever to "follow" whatever else? Does that which follows mark a transparent holiday with what got here earlier than it, or does it actually tacitly perpetuate its predecessor on account of its inevitable indebtedness to the phrases and stipulations of that from which it claims to have departed?

Extra info for Estetica

Show sample text content

Infatti un’attività esterna a questo, in quanto story, potrebbe certamente essere anch’essa libera, ma nei cristalli l’attività formatrice non è estranea all’oggetto, ma è una forma attiva che appartiene a questo minerale in step with sua propria natura; è los angeles libera forza della materia stessa, che si forma mediante una attività immanente e non acquista passivamente dall’esterno l. a. propria determinatezza. Cosí l. a. materia, nella sua forma realizzata in quanto sua propria, rimane presso se stessa libera. In modo ancora piú alto e piú concreto si mostra l’attività analoga della forma immanente nell’organismo vivente e nei suoi contorni, nella forma dei membri e anzitutto nel movimento e nell’espressione dei sentimenti. Infatti, in tal caso, è proprio l’eccitabilità interna che balza fuori in modo vivo. b) Ma anche di fronte a quest’indeterminatezza della bellezza naturale, in quanto animazione interna: α) In base alla rappresentazione di vitalità ed insieme in base al presentimento del suo vero concetto e dei tipi della sua apparenza adeguata, noi facciamo delle differenze essenziali, secondo cui chiamiamo gli animali belli o brutti; cosí in keeping with es. il bradipo, che si trascina faticosamente ed il cui intero abito mostra l’incapacità a movimenti e azioni rapide, ci dispiace according to quest’inerzia sonnolenta. Infatti attività e mobilità sono i segni dell’idealità superiore della vita. Egualmente possiamo trovare non belli gli anfibi, alcune specie di pesci, i coccodrilli, le tartarughe, tante specie d’insetti, ecc. ; ma in particolare ci paiono brutti, pur colpendoci, alcuni ibridi, che costituiscono il passaggio da una forma determinata advert un’altra e ne mescolano l. a. conformazione: come consistent with es. l’ornitorinco, che è una mescolanza di uccello e di quadrupede. Ciò può anche essere consistent with noi solo questione di abitudine, perché abbiamo nella nostra rappresentazione un tipo fisso delle specie animali. Ma al contempo in quest’abitudine non è inoperante il presentimento che l. a. conformazione in keeping with es. di un uccello implica una connessione necessaria e che essa non può assumere in keeping with sua essenza forme che appartengono advert altre specie, senza produrre creature ibride. Tali mescolanze si mostrano perciò eterogenee e contraddittorie. All’ambito della bellezza naturale vivente non appartengono né los angeles limitatezza unilaterale dell’organizzazione, che appare manchevole e insignificante ed indica solo un’indigenza esteriore limitata, né simili mescolanze e transizioni che, pur non essendo in sé cosí unilaterali, non possono tener ferme le determinatezze delle differenze. ß) Noi parliamo inoltre di bellezza della natura anche in un altro senso, quando non abbiamo dinanzi nessuna vivente formazione organica; come in line with es. alla vista di un paesaggio. Qui non vi è nessun’articolazione organica delle parti, che sia determinata dal concetto e che si animi alla sua unità ideale, ma da un lato vi è solo una ricca molteplicità di oggetti e una connessione esteriore di formazioni diversified, organiche ed inorganiche: profili di montagne, sinuosità di corsi d’acqua, gruppi di alberi, capanne, case, città, palazzi, vie, navi, cielo e mare, vallate e voragini; ma d’altro lato, entro questa diversità ci si presenta una concordanza esterna, piacevole od imponente, che ci interessa.

Download PDF sample

Rated 4.17 of 5 – based on 49 votes